La Sanke

La linea di sangue Matsunosuke é la piú importante linea di sangue nell´allevamento delle Sanke.

I fratelli Toshio e Toshiyuki Sakai hanno giá esperimentato negli anni 60 per produrre una nuova linea di sangue di Sanke. Il loro obiettivo era di creare una Sanke perfetta, sia nella forma, nel hi scuro, nel sumi e nella crescita.

Che questo esperimento ha avuto grande successo lo dimostrano i tanti titoli vinti sulle varie competizioni in Giappone.

sanke koi
sanke koi1
sanke koi2

Caratteristiche di qualitá
Il primo criterio di qualitá dalla Sanke é, come da tutte le altre varietá, la forma del corpo. Siccome la Sanke, assieme alla Kohaku, appartiene alla categoria di koi con pelle bianca, il secondo criterio di valutazione é la qualitá della pelle. La pelle bianca dovrebbe avere un bianco come i fiocchi di neve appena caduti per terra. Piu chiaro è il bianco piú alto è il contrasto verso il sumi (nero) e il hi (rosso). Piú lucida è la pelle piú spiccano i colori.

Il primo centimetro verso la bocca e l´ultimo centimetro verso la pinna caudale devono essere di colore bianco. Questo lo richiede l´armonia.

Il hi e il disegno del hi
È molto importante che la tonalità del hi sia adatta alla Sanke. Una Sanke con tanto sumi, per essere in armonia ed equilibrio, ha bisogno di un hi scuro per contrastare il sumi pesante e dominate. Un hi chiaro confrontato con un sumi pesante perde l´espressione e sembra debole e sottosviluppato. Viceverso una Sanke con poco sumi puó avere anche un hi piú chiaro, soprattutto quando il sumi sta solo sulla pelle bianca e non si trova in concorrenza con il hi. Il disegno del hi dovrebbe essere sempre maggiore del disegno del sumi. Il sumi dovrebbe completare il disegno del hi e non viceverso. 

Una Sanke senza il sumi dovrebbe essere una bella Kohaku. Questo ci fa giá capire come dovrebbe essere disegnato il hi.
Il disegno del hi in testa dovrebbe fermarsi a un centimetro prima della bocca in una forma ad U o potrebbe essere anche del tipo maruten (chiazza o punto individuale sulla testa). Hanatsuki (il disegno del hi va in forma di una linea stretta verso la bocca) e kuchibeni (disegno indipendente sulla parte della bocca) possono essere dei supplementi molto effettivi.
La Sanke non porta il sumi in testa, ma porta il sumi sulle pinne pettorali. Queste dovrebbero comparire come un tejima (linie strette).

Il sumi
Un sumi di alta qualità è di elevata brillantezza e si presenta come vernice fresca. Questo sumi si chiama hon-zumi. Se poi questo hon-zumi è di una forte brillantezza viene chiamato urushi-zumi. In realtà il colore di hon-zumi e urushi-zumi non è il nero, ma é un blu scuro. Questo lo osserviamo soprattutto nelle parti dove il sumi non si è ancora sviluppato definitivamente. In queste parti vediamo scintillare il colore blu scuro attraverso la pelle bianca. 

Un sumi piccolo, poco attraente, si chiama hoshi, un sumi ancora piú piccolo gema e il sumi piú piccolo si chiama shimi.

La posizione del sumi
A secondo dove é posizionato il sumi sulla Sanke diversifichiamo tra tsubo-sumi e kasane-zumi: Tsubo-sumi si trova su sfondo bianco e confina al massimo con il hi. Kasane-zumi si trova maggiormente sul disegno del hi e lo copre in parte. La posizione preferita è il tsubo-zumi, perché da un maggior contrasto ed è piú intenso e brillante.

CONTATTACI

  • Via Sandbichl 23, I-39037 Rio Di Pusteria, Alto Adige

  • +39 335 832 636 3

Orari

orariapertura

Hotel Consigliato